Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

Continua per tutto il 2022 la ripresa delle attività formative dell'Ordine. Sempre gratuite e accreditate per tutti gli iscritti. Si Continua il 15 giugno con "English for Nurses". Locandina in allegato con tutte le info. 

Englishfornursesprima

Contaminazioni utili per i cittadini ed i professionisti. Un progetto nato dall'adesione di OPI Grosseto a PA Social (primo Ordine non giornalistico in Italia ad aderire). 
OPI Grosseto è l'organizzatore di questo evento formativo (insieme a PA Social e Ordine dei Giornalisti Toscana) rivolto ai giornalisti. Un evento per trovare insieme le parole giuste per parlare anche di noi sui media
evento pa social
 

Si stima che si possa morire per sanguinamento massivo in 5 minuti e che un adeguato soccorso tempestivo possa incidere favorevolmente sulla sopravvivenza del paziente.

La gestione dell’evento si effettua attraverso l’utilizzo di manovre e presidi specifici che impediscono la degenerazione delle condizioni dell’infortunato.

In Italia solo recentemente si è posta l’attenzione alla campagna di sensibilizzazione Stop the bleed ed è per questo che dovremmo sensibilizzare e coinvolgere la cittadinanza seguendo le orme dei percorsi di cardioprotezione che negli anni sono stati portati avanti con successo.

L'evento organizzato da OPI Grosseto, progettato dalla consigliera Eleonora Zuffi, previsto per il  4 giugno si prefigge quindi di accendere un primo riflettore sul tema.

In allegato LOCANDINA PROVVISORIA (clicca per ingrandire). Non è necessaria la prenotazione. 

 

 stop the bleed

Draoli, Opi Grosseto: “Quest'anno deve essere l'anno della progettazione e della ricostruzione, per la professione e per i cittadini

"Il 12 maggio è la giornata dedicata alla professione infermieristica. Oggi più che mai la nostra giornata deve rivolgersi alla comunità di persone e professionisti che condividono un chiaro modello di salute a cui tendere e da cui non distanziarsi più a partire dalla creazione di consulte allargate”. Nicola Draoli, presidente di Opi Grosseto, commenta così il 12 maggio 2022.

“Il momento che stiamo vivendo come infermieri e come cittadini – continua Draoli - è di grande fatica e incertezza. Abbiamo vissuto due anni di difficoltà, di promesse irrealizzabili, di notorietà che nella lunga distanza ha fatto forse più male che bene. La tensione non è mai venuta meno anche nel momento di massima gioia con la campagna vaccinale. Oggi chi lavora sulle linee Covid è stremato più psicologicamente che fisicamente, e tutti abbiamo bisogno di guardare con propositività al futuro. In mezzo i sentimenti legati alla precarietà sociale ed economica di questo periodo storico. Avremo bisogno di tempo per ritrovare un senso e una direzione, per ritrovare una serenità che è stata man mano recisa e non dobbiamo nascondercelo.

Oggi quel senso deve essere trovato in una riforma socio sanitaria che metta gambe al Pnrr: una riforma che, sulla carta, molto definisce a livello strutturale e meno a livello professionale. Gli infermieri sono tra i protagonisti del Pnrr negli standard che si stanno delineando: dalle case della comunità, all'infermieristica di famiglia, alle Adi, agli ospedali di comunità, alle cure palliative, alle centrali organizzative territoriali vi si ritrova la professione infermieristica come un tassello fondamentale. Ma da soli si va ben poco lontano. Abbiamo l'incognita dei numeri per capire se riusciremo a far fronte a queste sfide visto che le graduatorie sono ad oggi ferme ma ancor prima abbiamo bisogno di fermarci a riflettere su quanto impegno siamo in grado di mettere tutti noi sulla realizzazione di una riforma territoriale importante.

Dobbiamo capire quanto la politica potrà fare, anche attraverso progetti per le aree interne, e quanto le professioni e le organizzazioni siano pronte, e competenti, per investire in promozione della salute e prese in carico proattive; infine quanto gli indicatori del buon funzionamento delle aziende siano pronti a spostare il loro indirizzo verso progetti socio sanitari tanto difficili da valutare ma oggi più che mai necessari.

Dobbiamo riprendere un patto con la cittadinanza che è venuto meno in questi due anni a causa dell'emergenza e chiediamo nuovamente la creazione di consulte in seno alle amministrazioni comunali o provinciali. Dobbiamo ritrovare un senso di coesione sia all'interno della professione infermieristica che tra professioni. Oggi la salute è un tema incredibilmente più complesso da affrontare rispetto a qualche anno fa: le trasformazioni sono repentine e i bisogni dei nostri cittadini sono sempre più diversificati.

Gli infermieri ci sono oggi, come ci sono stati prima, ma abbiamo bisogno di una linea organizzativa e politica sempre più chiara orientata davvero a costruire insieme la sanità che il Pnrr ci chiede. E che in questa chiarezza si investa per curare non solo i cittadini ma chi cura, che mai vi era stata tanta necessità di investimenti in questo senso dopo quello che abbiamo vissuto".

12maggio2022 giornata infermiere RELAZIONE OPI 12maggio2022 giornata infermiere VITA OPI 12maggio2022giornata infermiere FUTURO OPI

Servizi On Line

banner amministrazione trasparente

AGGIORNAMENTI

Terza Dose 800x450

banner amministrazione trasparente

PAGAMENTO QUOTA

banner amministrazione trasparente

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

banner responsabilita sanitaria v2

Accesso portale

paroladiinfermieresigla

Questione inf.ca in Toscana

Toscana

Tesi di Laurea

tesi

BANCA DATI ARS

nuova banca dati final1

Uni Logo

badante

Cerco Offro Lavoro

castorina home

Uni Logo

grosseto si vaccina perché

paroladiinfermieresigla

 PosizionamentiInterventi Progetti OPI GR

infermieri informa OPI

Campagne Mediatiche

Garantire la tua salute