Questo sito web utilizza i cookie, anche di terze parti, per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy.

118 infermiereChiude e si sapeva da molto tempo. Anche noi, come tante sigle sindacali, nel tempo abbiamo portato le nostre preoccupazioni e le nostre osservazioni. Ma ecco. Ci siamo. Adesso dovremo vigilare che i pet rispettino la valorizzazione professionale. Ma nel frattempo, prima delle ragioni organizzative, ci sono le persone. Un luogo quando esso è vissuto, non è solo uno spazio fisico...è storia, relazioni, passione, vita. È memoria non solo professionale ma cittadina e comunitaria. Per questo vogliamo condividere con voi tutti la bella riflessione di Alessandra che ringraziamo per averci dato il permesso. Ad maiora.

 

Non sono solita scrivere post personali su FB..ma oggi mi sento di condividere uno stato d'animo non proprio felice. È di ieri la notizia dell'accorpamento delle centrali operative di Grosseto e Siena,sono certa che il nuovo modello e la riorganizzazione territoriale garantiranno sicurezza e professionalità all'utenza,grazie anche alla professionalità dei colleghi che gestiranno il tutto...auguri ragazzi per questa nuova avventura.
La mia riflessione nasce però dal fatto che per una centrale operativa che viene potenziata e riorganizzata ce n'è un'altra che,in sordina,chiude..e di cui nessuno parla.
Non penso a quei telefoni che vengono resi muti,ma alla componente umana di quella centrale,"persone" queste,che ad oggi vivono un momento di "lutto"professionale e che a questo servizio hanno dato tanto,tantissimo in tema di professionalità e di umanità.
In quel posto,in quella centrale,in quel gruppo sono successe tante cose nel corso di questi 21 anni,ci sono state vittime del 118(che se potessero parlarci forse ci direbbero  che poi tanto vittime non si sentono,perché hanno dato la vita per un lavoro che amavano e in cui credevano) e poi ci sono i "figli"del 118, nati da amori sbocciati lì dentro e che adesso sono grandi..(tra loro c'è anche mia figlia)
A questi colleghi che non si sono mai tirati indietro di fronte a niente,come quando la notte  Concordia si sono alzati dal letto per correre al lavoro lasciando a casa mogli,mariti,genitori,figli per provare a gestire un evento più grande di loro,voglio dire che,nel bene o nel male,più grande di loro non c'è niente..grazie per avermi dato la possibilità di far parte di questa grande,bella,colorata,squinternata famiglia!
E grazie anche a tutti i volontari del soccorso e a tutti i colleghi delle postazioni territoriali per averci amato e odiato(tutte le volte che vi abbiamo fatto uscire)durante questi lunghi anni..
La Piffera

Servizi On Line

banner amministrazione trasparente

banner amministrazione trasparente

PAGAMENTO QUOTA

banner amministrazione trasparente

Comitato Asilo Nido Aziendale

PEC

 

Cerca nel Sito

Iscrizione Newsletter

banner responsabilita sanitaria v2

Accesso portale

paroladiinfermieresigla

Questione inf.ca in Toscana

Toscana

Tesi di Laurea

tesi

BANCA DATI ARS

nuova banca dati final1

Uni Logo

badante

Cerco Offro Lavoro

castorina home

Uni Logo

grosseto si vaccina perché

paroladiinfermieresigla

 PosizionamentiInterventi Progetti OPI GR

infermieri informa OPI

Campagne Mediatiche

hoscelto2024 1